Rimedi mani screpolate- Azfarma

Le mani screpolate e secche sono una problematica molto comune, che si presenta soprattutto durante la stagione invernale. Infatti la pelle delle mani, se soggetta a particolari condizioni, tende facilmente ad arrossarsi, irritarsi e perdere di elasticità.

Spesso si tende a trascurare la cura e l’idratazione delle proprie mani, pensando che si tratti di una problematica superficiale e di poco conto. In realtà, nei casi più importanti, quando l’epidermide continua a desquamarsi possono crearsi addirittura delle ragadi, cioè taglietti che provocano bruciore o sanguinamenti

Le ragadi si formano in particolare nella zona delle nocche o negli spazi tra le dita, dove la pelle è più sottile. Sono molto dolorose e tendono a dare recidive: è dunque importante trattare la pelle con i giusti prodotti e proteggerla per permettere la completa cicatrizzazione dei tagli.

Il miglior modo per evitare di dover combattere contro questi fastidiosi problemi dell’epidermide è sempre la prevenzione. A volte, la frenesia dei ritmi quotidiani ci impedisce di prenderci sufficientemente cura delle nostre mani, ma è fondamentale difenderle, soprattutto durante i mesi più freddi dell’anno e quando le si espone ad agenti chimici aggressivi. Con i giusti accorgimenti, le mani secche saranno solo più un lontano ricordo.

Approfondiamo insieme l’argomento mani screpolate e cerchiamo di capire perché la pelle si secca e quali sono le migliori creme per contrastare questa problematica fastidiosa. 

Mani screpolate: quali sono le cause? 

Non c’è un unico motivo per cui le mani si screpolano: questo fenomeno è causato da diversi fattori, che possono avere origine differente.

Iniziamo col dire che il clima gioca un ruolo importante. Le mani si screpolano perlopiù in inverno, perché le basse temperature, la bassa umidità e il vento danneggiano il film lipidico delle mani. A differenza di altre parti del corpo, spesso le mani non vengono adeguatamente riparate quando si esce e soltanto nelle giornate più fredde ci si ricorda di indossare i guanti.

Anche lo smog e l’inquinamento contribuiscono a modificare le condizioni dell’epidermide: le polveri sottili sono molto dannose e l’esposizione continua a questi agenti esterni va a intaccare lo stato di salute della pelle.

Lavarsi troppo le mani con detergenti aggressivi, eccessivamente profumati e non adatti alla tua tipologia di pelle può essere causa dell’insorgenza di irritazioni, arrossamenti e di un progressivo impoverimento del film lipidico della pelle. 

Alcuni agenti chimici sono nocivi per la salute dell’epidermide ed è importante proteggere adeguatamente le mani ogni volta che si maneggiano detersivi per la casa, per il bucato o che si ha a che fare con qualsiasi tipo di solvente chimico.

Durante la stagione estiva, non è necessario preoccuparsi eccessivamente perché le mani screpolate e tagliate sembrano essere soltanto più un lontano ricordo dell’inverno. Tuttavia, è bene ricordare che anche i raggi UV sono pericolosi, perché compromettono le fibre di collagene ed elastina causando la comparsa di macchie (lentigo solari) e un precoce invecchiamento della pelle. In estate puoi preservare la salute delle mani utilizzando appositi prodotti capaci di schermare i raggi UV.

Infine, se nonostante tutti gli accorgimenti necessari le mani sono screpolate anche sul palmo e la pelle è secca, arrossata e screpolata in maniera cronica, ti consigliamo di contattare un medico o un dermatologo. Potrebbe essere un caso di dermatite o di psoriasi, che andrà trattata con specifiche cure.

Quali sono le migliori creme per le mani screpolate?

Avere le mani ruvide e arrossate può diventare un disagio, soprattutto perché l’epidermide quando si secca tende a prudere e possono formarsi, nei casi più gravi, tagli e ragadi.


Per questo motivo è bene avere cura delle proprie mani tutto l’anno, con un’attenzione particolare nei mesi invernali. Per mantenere il film idrolipidico in una condizione di equilibrio bisogna avere sempre cura di proteggere la pelle dall’esposizione agli agenti esterni. È consigliabile acquistare un paio di guanti comodi e caldi e ricordarsi di indossarli ogni volta che si esce, se fa freddo o tira il vento. 

Anche per le faccende domestiche (o sul posto di lavoro, se si maneggiano detergenti o si tiene spesso le mani a bagno) è bene proteggersi dagli agenti chimici dei detersivi utilizzando i guanti.

Parlando di rimedi per mani screpolate, non possiamo non menzionare l’idratazione della pelle. L’epidermide ha bisogno di essere adeguatamente nutrita per rimanere morbida, elastica e priva di zone arrossate.

Se la pelle è secca, vanno utilizzati unguenti e creme per mani screpolate, con una formulazione appositamente studiata per ristabilire le normali condizioni del film idrolipidico.

Esistono diverse tipologie di trattamenti cosmetici adatti a prevenire e attenuare questo disturbo. Le creme nutrienti sono in grado di lenire gli arrossamenti e attutire l’effetto “pelle che tira”, causato dall’irritazione. Le creme da notte e gli unguenti sono più grassi e agiscono in profondità, mentre le creme da giorno sono leggere, si assorbono in fretta e sono pensate per essere utilizzate più volte nell’arco della giornata.

Tra le creme che consigliamo per il trattamento delle mani screpolate ci sono:

 

  • Avene cold cream: una crema mani concentrata che nutre e protegge la pelle danneggiata.
  • Jowea crema mani nutriente: la sua formulazione contiene ingredienti al 96% di origine naturale ed è quindi adatta anche alle pelli più sensibili.

 

Con le giuste accortezze e l’utilizzo di una buona crema, è possibile risolvere facilmente il problema delle mani secche e disidratate.

 

Continua a prenderti cura di te seguendo i nostri consigli!